Storie ad Acquerello: settembre 2024



Storie ad Acquerello: settembre 2024

Da Città Alta, il Festival si sposta in una nuova incantevole location: il Castello di Clanezzo. Il Castello sarà interamente a disposizione di Artefestival Storie ad Acquerello, per un perfetto connubio d’arte e cultura.

Torna il festival settembrino che ospita illustratori, storyteller, artisti e amanti della tecnica dell'acquarello nella suggestione della città alta di Bergamo.

E come ogni anno, siamo onorati di essere partner tecnico dell'evento.

Ci troverai con le nostre gamme di pennelli e potrai acquistare quelli che ti servono per dare libera espressione alla tua creatività, potrai testarli, chiedere informazioni, dettagli, curiosità.

Storie ad Acquerello: 2024 - Borciani e Bonazzi


Quest'anno, però, abbiamo deciso di fare di più per il Festival Storie ad Acquerello 2024

Abbiamo organizzato due workshop con la nostra tecnica di prodotto Raffaella Barbieri, che ti potrà guidare alla scoperta e all'apprendimento dei segreti per dedicarti a questa arte antica, in veste contemporanea.

Storie ad acquerello 2024: workshop vogliamo fare di più - Borciani e Bonazzi

In questi workshop, ti verrà fornita una dotazione di pennelli per lavorare, Raffaella ti guiderà passo passo nella scoperta dei segni, dei tratti e dei segreti tecnici per perfezionare le tue capacità.

Per permettere a Raffaella di guidare con cura ciascun partecipante, sono ammesse solo 20 iscrizioni per ogni workshop.

Ti consigliamo di affrettarti a prenotare il tuo posto!

Sabato 28 e domenica 29 settembre ci trovi a Bergamo a Storie ad Acquerello ArteFestival!

E nel nostro Atelier potrai provare un'esperienza emozionante!

Quest’anno, l’Atelier Borciani e Bonazzi ospita un workshop gratuito a numero limitato, dal titolo “Crea il tuo pennello”.



Storie ad Acquerello: banner dell'evento - Borciani e Bonazzi


“Crea il tuo pennello”: Workshop Storie ad Acquerello 2024 - Borciani e Bonazzi

“Crea il tuo pennello”: Workshop Storie ad Acquerello 2024

Sotto la guida sapiente delle nostre maestranze, il pubblico potrà creare la testa di un pennello, apprendere i gesti e scoprire le caratteristiche tecniche dei materiali.

Un momento unico per scoprire i segreti di questa fase produttiva ed entrare in contatto con la vera anima di questo strumento, che è spesso il prolungamento della mano dell’artista.

Ogni sessione dura 15 minuti, ed è necessaria la prenotazione.

L’acquerello nelle mani dell’artista diventa strumento di narrazione.

Un modo per raccontare storie attraverso giochi di acqua e colore. Immagini che illustrano mondi di fantasia e reali. Astratti e concreti.

La leggerezza del gesto, le sfumature e le trasparenze si trasformano in emozione per chi osserva. Le illustrazioni diventano porte su mondi meravigliosi.



Storie ad Acquerello 2024: Dove si svolgerà

Da quest’anno il festival si sposta al Castello di Clanezzo tra sabato 28 e domenica 29 settembre!


Edificato tra il 900 ed il 1100, il Castello dispone di ampi spazi esterni e di numerose sale interne, ognuna resa unica dai differenti affreschi presenti su pareti e soffitti. Qui si svolgeranno i corsi, le demo, i workshop e il marketplace.

Ci troveremo in un contesto storico e culturale di pregio dove gli artisti, tra i maggiori del settore, coloreranno con il loro stile in sale dall’atmosfera magica.

Il Festival si terrà sabato 28 e domenica 29 settembre e sarà articolato in due giornate ricche di appuntamenti: workshop, dimostrazioni, incontri con artisti e mostre di acquerello e illustrazione.

La manifestazione è aperta a tutti ed è organizzata dall’illustratrice Laura Cortinovis che da anni lavora come freelance per case editrici e brand italiani e stranieri, insieme all’Associazione Culturale Spazio Cam che ha sede nel luogo votato alle arti di Bergamo.

Presente come partner ufficiale il team di Momarte, e-store di belle arti tra i più noti in Italia.

Sponsor dell’evento saranno aziende tra le più conosciute in campo artistico a livello internazionale. L’evento sarà anche occasione di incontro per la numerosa Community che da tempo segue sui social Icoloridilaura.

L’ingresso alla manifestazione e alle mostre è libero. Workshop, dimostrazioni e conferenze sono solo per adulti e ragazzi dai 16 anni.

Potrete visitare le mostre, passeggiare tra gli stand delle aziende leader del settore dove potrete assistere a dimostrazioni e prove di strumenti e materiali.

Troverete anche una libreria con i libri degli artisti presenti al festival e uno spazio dedicato al firmacopie. I workshop, le dimostrazioni e le conferenze sono a pagamento.



Storie ad acquerello Artefestival: il programma e le edizioni precedenti

È il primo Festival italiano dedicato all’acquerello che si esprime con l’illustrazione.


Si svolge a Bergamo e nasce nel 2021 dall’idea di Laura Cortinovis - illustratrice bergamasca - di proporre per la prima volta in Italia un festival che abbina l’acquerello all’illustrazione.

Una rassegna innovativa, che risponde all’ambizione di creare un Festival che sia luogo di confronto e scambio attorno al quale sviluppare una rete di relazioni e collaborazioni.

Le prime tre edizioni hanno preso vita in spazi prestigiosi di Bergamo (Seminarino, Spazio Cam, Circolino Città Alta, Accademia Carrara, Ex Carcere di Sant’Agata, Orto Botanico di Bergamo, Teatro Sant’Andrea, promuovendo eventi e workshop con artisti di fama internazionale e nomi di spicco del mondo illustrazione ed editoria, incontri con l’autore, demo, conferenze, mostre.

Nelle foto gli illustratori Giovanni Manna e Gianluca Garofalo, solo alcuni dei prestigiosi nomi degli illustratori passati in questi anni dal festival.

All’edizione 2023 hanno partecipato i premi Andersen:

Giovanni Manna, Sonia Maria Luce Possentini e Alessandro Manna, e gli artisti: Antonio Bonanno, Cecilia Boschi, Mirti Bertagna, Alice Caldarella, Cecilia Cavallini, Laura Cortinovis, Daniela Costa, Marina Cremonini, Ericavale Morello, Roberta Favia, Letizia Iannaccone, Assia Ieradi, Margherita Leoni, Laura Manaresi, Valentina Maselli, Eleonora Pace, Anna Paolini, Daniela Pareschi, Paolo Proietti, Richolly Rosazza, Valentina Scagnolari, Ilaria Urbinati, Francesca Dafne Vignaga e Giorgio Volpe.

Il programma di quest’anno non è ancora pubblicato. Il festival è organizzato dall’illustratrice Laura Cortinovis (che collabora con Borciani e Bonazzi da tanti anni) e da SpazioCam, associazione culturale e da MomArte.

L’ultima edizione ha visto: 28 artisti, 23 workshop, 2 conferenze, 2 dimostrazioni. Gli eventi sono andati tutti sold out in pochi giorni.

Circa 300 persone hanno partecipato agli eventi. Più di 2000 hanno visito il marketplace e le mostre. Le prime tre edizioni del Festival hanno registrato un successo di pubblico enorme.

Quasi 1000 persone hanno partecipato agli eventi. Più di 5000 hanno visitato il marketplace e le mostre.

Il festival è dedicato a un pubblico adulto: i visitatori raggiungono il festival da tutta Italia e anche dall’estero per condividere interesse e passione per l’acquerello e l’illustrazione. La rassegna viene raccontata da alcuni tra i principali organi di stampa locali e nazionali.


Storie ad Acquerello 2024 edizioni precedenti e dimostrazioni - Borciani e Bonazzi
Storie ad acquerello 2024 edizioni precedenti: team borciani - Borciani e Bonazzi

Storie ad acquerello 2024: edizioni precedenti esempio dipinto - Borciani e Bonazzi
Storie ad acquerello 2024: kit di pennelli - Borciani e Bonazzi
Storie ad Acquerello 2024: realizzazione acquerelli - Borciani e Bonazzi
Storie ad acquerello 2024: esempio realizzazione pennelli - Borciani e Bonazzi
Prodotti correlati
L’artista presenta così il kit: “Ho preparato una selezione per chi inizia a fare sul serio con gli acquerelli, ed ho incluso alcune delle mie serie Borciani e Bonazzi preferite. Sono pennelli con cui si possono eseguire lavori eccellenti, e con i quali si può affinare la tecnica, caratterizzati da precisione del... Leggi di più
L’artista descrive così il kit: “Una selezione di pennelli per chi è più esperto e vuole lavorare con strumenti di qualità elevata. Ho deciso di inserire anche pennelli naturali perché chi ha acquisito tecnica e manualità può apprezzarne le caratteristiche. I materiali eccellenti, rendono questi pennelli unici e... Leggi di più

Menu

BORCIANI BONAZZI

Create a free account to use wishlists.

Sign in
Servizio clienti whatsapp