Quali sono le caratteristiche e gli usi dei pennelli in pelo naturale di bue?

Il pelo di bue, come per tutti gli altri tipi di pelo naturali, viene prima sterilizzato attraverso la bollitura per poi passare tradizionalmente attraverso diversi procedimenti, per la maggior parte gelosamente custoditi e mantenuti segreti, che gli permettono di conservare le sue peculiari caratteristiche.


Solo in Europa si è coltivata la capacità di lavorare il pelo di bue secondo tradizione, e questa è la ragione principale che conferisce particolare pregio al pelo qui prodotto.


 Questo tipo di pelo, già utilizzato dagli etruschi nel IV sec. a.C. per i loro affreschi di Tarquinia e ancor prima dagli antichi egizi per la decorazione delle piramidi, è sempre stato utilizzato per i pennelli di pregio cui si richiedesse polivalenza nelle tecniche pittoriche, in contrapposizione alla setola di maiale, dalla fibra più grossolana.

Il marchio Borciani e Bonazzi ha iniziato ad essere sinonimo di eccellente qualità proprio per il sapiente utilizzo delle migliori selezioni di pelo di bue per la produzione dei suoi pennelli, fin dalle origini della sua attività.


La selezione richiesta da Borciani e Bonazzi è talmente accurata da essere nel tempo diventata una categoria merceologica.
Dalla selezione sviluppa da Borciani e Bonazzi sono nate tre fibre di bue: la fibra di bue extra presente nella serie 70, serie 71, serie 72, serie 75, serie 76, serie 77, serie 78, serie 79, serie 777 e la pennellessa 205.


La fibra di bue chiaro presente nella serie 370, serie 371, serie 372 e serie 375.

La fibra di bue nero presente nella serie 251 e nella pennellessa serie 206.

Tag:  belle artibueesperto pennellimanifattura italianamanifattura tradizionalepennelli artigianalipennelli di qualitàpennelli pelo naturalepennelli pregiatipittore professionistatutorial pennelli

Condividi facebook share twitter share pinterest share
Omega-net - Internet Partner